Charter

“Reading Retreats in Rural Italy”

Via Provanone n° 8585, Galeazza di Crevalcore (Mo)

codice fiscale 91154310378



Allegato “A” al Verbale dell’Assemblea del 13-12-2009

STATUTO

TITOLO 1°

Costituzione, sede, oggetto



Art.1) E’ costituita l’Associazione “Reading Retrats in Rural Italy”, con sede in Crevalcore (Bo), Frazione Galeazza, Via Provanone n. 8585.

Essa potrà, per deliberazione del Consiglio Direttivo, aderire ad altre associazioni i cui scopi siano compatibili con quelli di cui al presente Statuto nonché ad organizzazioni locali o nazionali.

Art.2) L’associazione “Reading Retrats in Rural Italy” non ha fini di lucro e persegue esclusivamente finalità di promozione culturale, con particolare riguardo alla promozione ed alla diffusione delle arti in genere, con particolare riguardo alla letteratura, al teatro, alla musica, all’architettura, alle arti figurative in generale, al recupero dei siti storici, archeologici, artistici, monumenti, dimore storiche, parchi e giardini e simili, al turismo culturale, nonché al confronto di diverse culture in ambito internazionale ed al dialogo culturale tra cittadini di diversi paesi, razze e tradizioni.

Essa si propone di svolgere attività connesse al perseguimento dei suddetti scopi, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • –  l’organizzazione e la realizzazione di incontri di lettura, studio, ricerca e approfondimento nonché soggiorni a tema o carattere letterario, come soggiorni di lettura, incontri di lettura e/o di approfondimento e colloqui con autori ed editori, conversazioni e dibattiti di argomento letterario;
  • –  l’organizzazione e la realizzazione di incontri di ascolto, studio, ricerca, approfondimento nonché soggiorni a tema relativi alla fruizione della musica e la pratica musicale, la composizione, la pratica strumentale, la storia della musica, la storia e la tecnologia degli strumenti musicali ed in generale di tutte le materie attinenti la musica, ivi compresi concerti, cicli di incontri e colloqui con autori, editori ed in generale cultori dell’arte musicale;
  • –  l’organizzazione e la realizzazione di incontri di studio, ricerca, approfondimento nonché soggiorni a tema riferiti al teatro e/o al cinema, alla pratica teatrale e cinematografica, alla pratica della recitazione e della produzione di opere teatrali, allo studio e l’approfondimento della storia del teatro e del cinema, ed in generale di tutte le materie e discipline attinenti e comunque connesse, ivi compresi rappresentazioni teatrali, proiezioni cinematografiche, incontri e colloqui con attori, sceneggiatori, autori, editori ed in generale cultori dell’arte teatrale;
  • –  l’organizzazione e la realizzazione di incontri di studio, ricerca, approfondimento e pratica nonché soggiorni a tema riferiti alle arti figurative e visive in generale, alla pratica della pittura, della scultura ed in generale delle arti figurative, della storia dell’arte, ed in generale di tutte le materie ad essa attinenti, ivi comprese mostre, esposizioni incontri e colloqui con pittori, scultori, grafici ed in genere operatori delle arti visive, editori ed in generale cultori delle arti stesse;
  • –  l’organizzazione e la realizzazione di incontri di studio, ricerca, approfondimento e pratica nonché soggiorni a tema riferiti all’archeologia, all’architettura, all’urbanistica, ai parchi ed ai giardini ed in generale di tutte le materie connesse e/o attinenti e/o collegate;
  • –  la promozione, l’organizzazione di incontri e seminari connessi allo studio ed alla pratica delle lingue straniere ed alla lettura di opere letterarie in lingua straniera, così da favorire l’incontro ed il dialogo tra persone di differenti nazionalità, origini e culture;
  • –  assemblee, convegni a carattere artistico, culturale ed educativo;
  • – la promozione e l’organizzazione di iniziative di approfondimento e formazione extra scolastica degli associati, aventi ad oggetto argomenti di carattere letterario, musicale, artistico, storico e culturale o comunque connessi alle discipline indicate nel presente articolo;
  • – l’intervento in analoghe iniziative, manifestazioni ed eventi in genere, anche promossi da altri;
  • –  la promozione del dibattito, del confronto e del reciproco arricchimento spirituale e culturale dei propri associati;
  • –  la promozione della solidarietà e del volontariato.
  • Le attività suddette sono rivolte esclusivamente ai propri associati o a coloro che siano iscritti, associati o partecipanti ad altre associazioni che svolgano la medesima attività e che per legge, regolamento atto costitutivo o statuto facciano parte di una comune organizzazione locale o nazionale.
  • Con deliberazione del Consiglio direttivo potranno essere effettuate in connessione con gli scopi associativi, attività ed iniziative a carattere pubblico o rivolte a terzi, acquisendo all’uopo le autorizzazioni richieste dalla legge. L’Associazione potrà svolgere anche attività direttamente funzionali, connesse, accessorie ed integrative a quelle istituzionali sopra elencate, nei limiti consentiti dal Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n° 460 e successive modificazioni ed integrazioni.

TITOLO 2°
Associati

Art.3) Possono essere associati all’associazione “Reading Retreats in Rural Italy” tutti coloro che, siano persone fisiche, persone giuridiche, enti, associazioni, fondazioni, comitati, ne condividano gli scopi.

Chiunque si riconosca nelle finalità di cui al precedente art.2, può richiedere di essere associato presentando domanda di iscrizione all’associazione, indirizzata al Presidente.—
Il Presidente, sottopone la domanda al Consiglio Direttivo e, salvo parere negativo del Consiglio stesso, ne dispone l’iscrizione all’elenco degli associati.
Il richiedente potrà verificare l’esito della propria domanda di ammissione facendone espressa richiesta presso la sede dell’Associazione.
L’acquisto della qualifica di associato si perfeziona col versamento dell’intero importo della quota annuale di cui al successivo art. 5 relativa all’anno nel corso del quale l’ammissione si è verificata.
Qualora, la domanda stessa non venga accettata, il Presidente ed il Consiglio Direttivo non hanno alcun obbligo di comunicare le motivazioni del rigetto.
Art.4) La qualifica di associato è valida a tempo indeterminato per tutta la durata dell’Associazione, salvo che non intervengano cause di decadenza, esclusione o cessazione previste dal presente Statuto.
Art.5) Gli associati si impegnano a sostenere l’associazione versando una quota annuale il cui importo viene determinato dal Consiglio Direttivo.
Il mancato versamento entro il termine fissato per la riunione dell’assemblea annuale comporta decadenza dalla qualità di associato.
Gli associati per i quali non sia intervenuta una causa di decadenza possono partecipare alle attività dell’Associazione, intervenire alle Assemblee ed esercitare tutti i diritti a loro garantiti dalla legge e dal presente Statuto.
Gli associati persone giuridiche o associazioni o altri enti potranno esercitare tali diritti per il tramite di una persona fisica maggiorenne espressamente designata per iscritto.
Art.6) Può essere escluso dall’Associazione colui che non versi la quota annuale entro il termine di cui al precedente art. 5, che non rispetti il presente Statuto o i regolamenti regolarmente approvati o che, a nome dell’Associazione stessa, assuma iniziative o compia interventi contrastanti col presente Statuto o con le deliberazioni assunte dagli organi associativi o comunque tali da apportare discredito, fatto salvo il risarcimento dei danni materiali e morali eventualmente arrecati.
L’esclusione viene deliberata dal Consiglio Direttivo ed il socio escluso può opporsi alla decisione esclusivamente a norma dell’art.18.

TITOLO 3°
Organi dell’Associazione e loro attribuzioni

Art.7) Sono organi dell’associazione: l’Assemblea degli associati, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Vice Presidente se nominato, il Collegio dei Probiviri.
I componenti elettivi, durano in carica tre anni e sono rieleggibili, salvo i Probiviri per i quali si applicano le disposizioni di cui all’art.18.
Art.8) L’Assemblea determina l’indirizzo culturale dell’associazione, elegge il Consiglio Direttivo e il Collegio dei Probiviri, ed approva il rendiconto annuale di cui al successivo art. 14.
Possono partecipare attivamente ai lavori assembleari tutti coloro che rivestono validamente la qualità di associato al momento della convocazione.
L’associato che in tale momento non abbia ancora versato la quota annuale potrà partecipare all’Assemblea qualora abbia regolarizzato la propria posizione anche successivamente all’insediamento della stessa.
L’associato che non possa intervenire personalmente all’Assemblea può farsi rappresentare da altro associato maggiorenne mediante delega scritta che dovrà essere acquisita dal Presidente della seduta e conservata agli atti della stessa.
Ciascun delegato non può rappresentare più di due associati.
Art.9) L’Assemblea è convocata dal Presidente, almeno una volta all’anno per deliberare sul rendiconto annuale, sulle nomine dei componenti degli organi associativi e sugli altri argomenti che saranno posti all’Ordine del Giorno.
La convocazione dovrà avvenire tramite avviso da iscriversi sul sito internet dell’associazione almeno quindici giorni prima della data prevista per la prima convocazione.
Il Comitato Direttivo potrà segnalare la convocazione dell’Assemblea tramite posta elettronica agli indirizzi che gli associati avranno comunicato al momento dell’iscrizione o in qualsiasi momento successivo inviando un messaggio all’indirizzo elettronico indicato sul sito dell’Associazione.
L’avviso dovrà contenere l’Ordine del Giorno degli argomenti da trattare, il luogo, la data e l’ora della riunione.
Potrà essere prevista una seconda convocazione anche nello stesso giorno fissato per la prima.
Essa è presieduta dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, da un componente del Consiglio Direttivo designato dall’Assemblea stessa a maggioranza assoluta.
L’Assemblea è validamente costituita, in prima convocazione quando siano presenti o rappresentati almeno la metà degli associati e qualunque sia il numero dei presenti, in
seconda convocazione.
Le deliberazioni vengono assunte a maggioranza assoluta dei presenti.
Ogni associato, persona fisica maggiorenne o persona giuridica, ha diritto ad un voto. E’ espressamente escluso il voto plurimo.
Il contenuto delle deliberazioni assunte potrà essere consultato presso la sede da tutti gli associati, compresi coloro che non avessero partecipato all’Assemblea.
Art.10) Il Consiglio Direttivo si compone di un numero di membri compreso tra il minimo di 3 (tre) ed il massimo di 7 (sette) eletti dall’Assemblea.
Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri il Presidente, ed un Vice – Presidente.
Qualora uno dei componenti del Consiglio Direttivo presenti le proprie dimissioni, il Consiglio stesso potrà cooptare il sostituto, al quale saranno attribuite piene funzioni anche deliberative.
I consiglieri così nominati per cooptazione resteranno in carica fino alla scadenza del mandato dell’intero Consiglio Direttivo.
Essi non potranno superare un terzo dei componenti il Consiglio.
Qualora il numero dei consiglieri da sostituire perché cessati abbia superato tale quota dovrà essere convocata l’Assemblea per procedere alle nuove nomine.
Resta a discrezione del Consiglio Direttivo il ricorso all’Assemblea anche se le cessazioni non abbiano raggiunto tale quota.
Art.11) Il Consiglio Direttivo:
  • attua le linee dell’indirizzo associativo tracciate dall’Assemblea, elaborando il programma annuale delle attività associative.
  • determina l’importo della quota annuale di cui al precedente art. 4.
  • provvede inoltre ad attribuzioni specifiche previste in altre norme dello Statuto ed in generale in merito a tutte le questioni, rilevanti per lo sviluppo della vita associativa, il cui esame non sia espressamente demandato all’Assemblea.
  • Qualora ne ravvisi l’opportunità il Consiglio Direttivo redige uno o più regolamenti per la disciplina e l’organizzazione delle attività dell’associazione o per il funzionamento della stessa a norma del presente Statuto.
  • I Regolamenti dovranno essere sottoposti all’approvazione dell’Assemblea e, una volta approvati dalla stessa, saranno vincolanti per tutti gli associati.

Art.12) Il Presidente rappresenta l’associazione, dispone per l’attuazione materiale delle attività associative, cura gli adempimenti di ordinaria amministrazione richiesti per il buon andamento dell’associazione.

Convoca l’Assemblea di propria iniziativa, o su richiesta del Consiglio Direttivo o su richiesta scritta di almeno 1/3 degli associati.
L’Assemblea dovrà essere convocata almeno una volta all’anno per deliberare su quanto di propria competenza.
Il Presidente convoca altresì il Consiglio Direttivo di propria iniziativa o su richiesta di 1/3 dei membri dello stesso.
Il Presidente pone in essere atti a carattere di urgenza nell’interesse dell’associazione. Tali atti devono successivamente essere ratificati dal Consiglio Direttivo, il quale deve essere convocato entro 20 giorni dall’assunzione dell’atto.
In caso di sua assenza o impedimento la rappresentanza dell’associazione potrà essere assunta dal Vice Presidente.
Art.13) Il Presidente può nominare un Segretario generale ad ha facoltà di scegliere tra i membri del Consiglio dei Collaboratori per particolari esigenze dell’attività associativa.
Segretario ed eventuali collaboratori partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo con funzione consultiva.

TITOLO 4°
Rendiconto annuale dell’Associazione

Art.14) Il Consiglio Direttivo redige annualmente il rendiconto delle attività dell’associazione il quale, previa approvazione del Consiglio stesso, viene sottoposto all’Assemblea degli associati.

Il rendiconto dovrà esporre con chiarezza e trasparenza le entrate e le uscite verificatesi in ciascun anno con specificazione delle rispettive origini e destinazioni.
Potrà essere esposto, a discrezione del Consiglio ed in ogni caso in cui la legge lo richieda, con riferimento alle singole iniziative ed alle specifiche attività associative. Il rendiconto dovrà essere messo a disposizione di ciascun associato prima dell’inizio della riunione dell’assemblea convocata per la sua approvazione.

TITOLO 5°
Patrimonio dell’Associazione

 Art.15) Il patrimonio dell’associazione è costituito:
  1. a)  dalle quote sociali versate dagli associati;
  2. b)  dai contributi supplementari che potranno essere richiesti in relazione alle necessità di funzionamento dell’associazione;
  3. c)  dai contributi di altre associazioni, di enti pubblici e privati e altre persone fisiche e giuridiche;
  4. d)  da eventuali donazioni, lasciti o altre erogazioni.
  5. e)  da eventuali avanzi risultanti dal rendiconto annuale.

E’ fatto assoluto divieto di distribuzione agli associati di utili o avanzi di gestione, fondi o riserve di qualsiasi natura e di qualsivoglia origine durante la vita dell’associazione, salvo nei casi nei quali la legge ne imponga la distribuzione

Tali utili, avanzi, fondi o riserve saranno esclusivamente acquisiti al patrimonio dell’associazione, fatti salvi i casi nei quali la legge non ne imponga una diversa destinazione.
Si applicano le disposizioni di cui all’art. 37 del Codice Civile.

TITOLO 6°

Disposizioni finali

Art.16) L’Associazione si estingue per le cause di cui all’art. 27 del Codice Civile.
In caso si verifichi lo scioglimento dell’Associazione per qualunque causa, il patrimonio sarà devoluto ad altre associazioni aventi analoghe finalità o a fini di pubblica utilità o ad ONLUS, sentito il competente organismo di controllo costituito a norma di legge e salvo diversa destinazione imposta dalla legge vigente al momento dello scioglimento stesso.
Art.17) Le norme del presente Statuto possono essere modificate in sede assembleare.

TITOLO 7°
Clausola compromissoria

Art.18) Le controversie tra i soci e l’associazione vengono risolte dal Collegio dei Probiviri, che funge da Collegio arbitrale con funzione di composizione amichevole.
I Probiviri sono nominati dall’Assemblea dei soci e restano in carica fino a revoca o dimissioni.
Il Collegio dei Probiviri decide secondo equità con dispensa da ogni formalità ed il suo lodo è inappellabile.


Galeazza di Crevalcore, 13 dicembre 2009
Il Segretario
Fabio Mattioli
Il Presidente
Clark Anthony Lawrence